h1

LIBERALIZZAZIONI, BISOGNA FERMARE L’ARTICOLO SUI CARCERI “PRIVATI”

febbraio 11, 2012

Prosegue l’assalto quotidiano delle lobby al così detto decreto “cresci-Italia”. Farmacisti, avvocati, medici, taxisti, tutte le categorie coinvolte dal provvedimento – che hanno qualche deputato o senatore “sensibile” alle proprie istanze – cercano di far approvare emendamenti che tutelino i loro interessi e privilegi. Il governo e, miracolosamente, i partiti maggiori sembrano tuttavia abbastanza compatti nel voler respingere queste sortite delle cricche. Sarà necessario comunque rimanere massimamente vigili perché il decreto non venga snaturato da qui fino alla sua approvazione, prevista per fine febbraio.

C’è però un articolo che desta perplessità e preoccupazione. E’ l’articolo 43 del decreto, che sembra aprire alla possibilità che nuove carceri vengano costruite e gestite da privati. Se così fosse sarebbe grave: da un punto di vista anche solo teorico, creare una lobby economica interessata a che ci siano quanti più detenuti possibile è demenziale. Specie in un Paese in cui la pena dovrebbe svolgere la funzione rieducativa. Da un punto di vista concreto, negli Stati che hanno adottato questo sistema si sono avuti casi anche gravi di corruzione e distorsione del sistema giudiziario. In America, ad esempio, un giudice è stato condannato per aver mandato in carcere migliaia di bambini, anche quando non era necessario, dietro il pagamento di una “stecca” da parte delle potenti lobby che hanno in mano la gestione degli istituti di pena.

Forse, speriamo, abbiamo preso un abbaglio. Forse l’articolo 43 non ha nulla a che vedere con la possibilità che in futuro ci siano dei privati a cui viene rimborsato dallo Stato un tot di euro per ogni detenuto che viene loro affidato. Sarebbe necessario che però la questione venisse sollevata, discussa e chiarita. Non manca molto a fine febbraio, prima di approvare questo articolo del decreto sarebbe necessario capirne la portata.

Tommaso Canetta

Annunci

One comment

  1. […] poi la questione delle carceri costruite e gestite dai privati, il così detto “project financing” più o meno ignorato dai mass media. In assenza di […]



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: