h1

FARMACIE, VINCONO LE CORPORAZIONI

dicembre 15, 2011

Tanto tuonò che piovve. L’avevamo scritto pochi giorni fa: dopo i taxisti ce la faranno anche le farmacie. E infatti, puntuale come la morte e non certo come le tasse, è arrivata la marcia indietro del governo. Niente liberalizzazione per i farmaci di fascia C per cui è necessaria la ricetta.

Saranno felici i farmacisti tout court e in particolare i farmacisti obiettori (criminali), che potranno continuare a complicare la vita a chi ha bisogno di una pillola del giorno dopo. Dovrebbero essere meno felici gli italiani, ma la sensazione è che alla stragrande maggioranza non importi granché di queste liberalizzazioni (taxi, negozi, farmacie, ordini professionali, servizi pubblici etc). Sono decisamente arrabbiate le contro-corporazioni, come le parafarmacie o le coop.

Può consolare solo fino a un certo punto l’atteggiamento del ministro Passera, che denuncia le “pressioni pazzesche” che l’esecutivo ha dovuto subire, e promette che se la battaglia è persa la guerra non è affatto finita. Non saranno in questo decreto? – dice il ministro – Allora le faremo col prossimo.

Sarà. Speriamo che ce la faccia questo esecutivo, che non ha nessun interesse a farsi rivotare dagli elettori ma anzi ha l’unico obiettivo di fare quanto la politica ha trascurato negli ultimi decenni. Futuri governi eletti non hanno alcuna speranza.

Tommaso Canetta

Annunci

One comment

  1. Ma smettetela con questi luoghi comuni



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: