h1

Piazza Fontana, 42 anni portati male

dicembre 12, 2011

Il 23 arriva al capolinea sferragliando in curva. Ultima fermata: Piazza Fontana. Le targhe dedicate alle vittime della bomba neofascista sono diventate brune col tempo. Sopra gli sportelli telematici del Monte dei Paschi di Siena campeggia la vecchia insegna “Banca Nazionale dell’Agricoltura”. Quartantadue anni, portati male.

Ma qual era la finestra da cui è stato buttato (si è buttato? E’ inciampato?) l’anarchico Pinelli? Le due targhe nel giardinetto di fronte al comando dei vigili urbani (Pinelli “ucciso” o “morto”?) ricordano che quattro decenni sono passati e la verità completa ancora non si conosce. Sul prima, sul dopo.

Migliaia di carte processuali non sono state capaci di individuare i responsabili materiali della strage. Certo, erano fascisti. Ma hanno agito da soli? Per conto di qualcuno? Perchè? La strategia della tensione, la mafia, la Cia, il Kgb, la Chiesa, la P2…domande troppo grandi perchè la Storia non trovi risposte esaustive.

La fontana in centro alla piazza gorgoglia indifferente. La madonnina è vicina eppure così lontana. Quarantadue anni che sembrano quattrocento, un’attesa troppo lunga. Se fosse vero che il segreto di Stato copre ancora informazioni che potrebbero essere risolutive per sapere la verità, sarebbe inaccettabile che non venisse rimosso.

17 morti, 88 feriti, 42 anni. Come sospesi in un presente che non può diventare passato senza giustizia. Quarantadue anni. Portati male.

Tommaso Canetta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: