h1

RIFORMA DELLE PROFESSIONI E DEL CONTRATTO DI LAVORO

dicembre 6, 2011

 

Alla vigilia della presentazione del pacchetto di misure proposte dal governo Monti (ora aspettiamo di vedere cosa succederà in Parlamento), si era diffusa la preoccupazione che alcuni temi cari soprattutto ai giovani fossero usciti dall’agenda dell’esecutivo.

In particolare, la riforma degli ordini professionali e la riforma del contratto di lavoro. Per quanto riguarda il primo tema il governo ha fissato un termine, il 13 agosto 2012, entro il quale o saranno riformati gli Ordini oppure saranno aboliti. La riforma del contratto di lavoro è invece un tema che è stato presentato in modo più sfaccettato perchè, di tutte le riforme promosse e promesse finora, sarebbe quella potenzialmente più rivoluzionaria.

Secondo alcune indiscrezioni, il governo dovrebbe adottare a grandi linee la proposta Ichino, quella che supera il dualismo del mercato del lavoro (10 milioni di lavoratori supertutelati col contratto a tempo indeterminato, e altri 10 o più precari e senza alcuna tutela). Monti ha dichiarato che il tema era troppo complesso perchè venisse affrontato nei 17 giorni vissuti dal suo governo, senza concertazione e senza approfondimento, ed è rimasto escluso dalla prima tornata di provvedimenti. Quindi ha promesso di occuparsene il prima possibile.

Bene. Sono moltissimi i giovani, proprio quella parte del Paese che è stata ignorata dal legislatore negli ultimi anni, che aspettano questa riforma. Giusto il desiderio di affrontare la materia in modo serio e ragionato. Ma non succeda che i tempi (relativamente) lunghi diventino un’occasione per le lobby per porre i propri veti e, di fatto, per far fallire ogni serio tentativo di cambiamento.

Tommaso Canetta

Annunci

2 commenti

  1. gente che ha tutti i benefici possibili e giovani come me che con contratti di lavoro a chiamata,e con partita iva per 5 euro l’ora devono sentire lamentele da parte di impiegati fissi e stabili.è una vergogna..monti SVEJATEEEEEE


  2. Sono stressati tutti quelli che invece non guadagnano abbastanza e devono trovarsi un lavoro terminata la carriera sportiva.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: