h1

Inizia l’estate, si tende a esagerare

giugno 23, 2011

Da pochi giorni è iniziata l’estate, e già le notizie (specie sul web) sembrano essersi adeguate al clima da ombrellone. Succede poco, si esagera molto. Già il caso Bisignani ha i classici aspetti di una storia pompata. Dai titoli e dalle reazioni sembra quasi che il faccendiere avesse un potere semi-divino sulla gestione della cosa pubblica italiana. Dalle intercettazioni invece pare più probabile che le microspie fossero state messe nel bar sotto casa. “Cosa dici, il governo cade?”, “”Ma no…vedrai che resta su”. Ora, va bene che se le due parti sono un ministro e un faccendiere la cosa diventa più sospetta (specie se il condimento è il solito scambio di favori e informazioni tipico dei salotti del potere), ma sembrerebbe che anche loro abbiano il diritto di ciarlare al telefono. Questo non comporta necessariamente che non emergeranno fattispecie penalmente rilevanti ma, a parte la presunzione di innocenza, sembra comunque altisonante anche solo il nome creato per l’inchiesta, “P4”.

Ma l’effetto estate non prende solo i siti e (meno) i giornali. Anche i politici sembrano propensi all’esagerazione. Primi tra tutti i leghisti, campioni indiscussi del torneo “can che abbia non morde”. Ne dicono (e se ne dicono) di tutti i colori, ma poi…niente. Non è successo niente. Anzi, il governo prende la fiducia con più voti di prima.

Il ministro Frattini poi alla Nato dice “Dovremmo fare dei corridoi umanitari”, ma nell’alleanza nord atlantica, in cui l’estate non pare avere gli stessi effetti che sul Bel Paese, gli hanno risposto (parafrasando) “Col cacchio ciccio, ne sganciamo più di prima”. Frattini avrà reagito duramente? Avrà sbattuto i pugni sul tavolo? Ma no. “Ah già…sganciarne di più…devo aver letto il foglio sbagliato, scusate”.

Ma l’estatismo colpisce a tutto campo. Non solo in politica (e scusate se si è omesso “Di Pietro parla con Berlusconi. Il web s’infuria”, parafrasi troppo elegante di un noto poliziottesco), ma anche nello spettacolo, nello sport e via dicendo.

L’Inter non ha ancora un allenatore? Panico. Dove troveremo mai qualcuno disposto a guadagnare milioni di euro per un’attività che migliaia di colleghi suoi sono disposti a fare gratis, e che non è esattamente faticosa come spaccare le pietre in miniera?

La Canalis e Clooney diramano un comunicato stampa per annunciare che la loro storia d’amore è finita? Invece di fare spallucce riapriamo il toto “si amavano o era una farsa per coprire la di lui omosessualità?”.

Ci si infuria per il manifesto della festa dell’Unità in cui si vede una gonna che si alza, si commenta la disfida Merola-Veronesi sull’amore (è più puro quello omo o quello etero?), si è frastornati dalla cacofonia di notizie su starlette, calciatori, politicucci e parvenu. E intanto la notizie importanti scorrono senza distinzione possibile (ancora, specie sul web) in questa fiumana melmosa di pseudo notizie.

L’economia è una materia noiosa e difficile, ma mai come in questo periodo sarebbe importante che tutti i cittadini che poi hanno l’assurda pretesa di votare, decidendo le sorti dello Stato, si informassero. La politica estera, al di là di stucchevoli interrogativi retorici, ci pone di fronte a questioni definenti il nostro stesso modo di concepire il mondo. Siamo intervenuti in Libia, secondo molti in modo goffo e per le ragioni sbagliate, ma a fronte di un’effettiva necessità di intervenire. Ora come affrontare la situazione in Siria? E se un domani insorgesse il popolo iraniano? O quello dell’Arabia Saudita (improbabile)?

La gente dovrebbe riflettere su questioni serie, e l’informazione dovrebbe essere in grado di dettare un’agenda basata sulle reali priorità, e non solo sul gradimento. Altrimenti è come nutrire un bambino a caramelle e gelato.

Tommaso Canetta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: