h1

Bondi, la vittima della “violenza”

gennaio 12, 2011

Dopo De Corato schiaffeggiato da un esasperato commerciante milanese, dopo Capezzone preso a pugni, dopo Berlusconi colpito da una statuetta del Duomo, c’è un altro esponente delle destra italiana vittima della violenza: Sandro Bondi.

Nelle dichiarazioni riportate oggi dai giornali, il ministro dei Beni Culturali afferma: “Bersani, D’Alema e il signor Rutelli sono dei violenti…hanno nel loro dna politico la violenza che deriva da una tipica ideologia politica. Infatti io soffro questa vicenda proprio come un atto di violenza nei miei confronti”. Povero Bondi.

Un alieno atterrato oggi sulla Terra, e inspiegabilmente interessatosi alle vicende italiane, cosa potrebbe desumere da queste dichiarazioni? Probabilmente si immaginerebbe un signore pacato e soave (Bondi), circondato da tre energumeni armati di spranghe e chiavi del 38 (Bersani, D’Alema e Rutelli) che manifestano la ferma intenzione di gambizzare la preda spaurita.

Invece noi, che per fortuna o purtroppo siamo italiani, e non alieni, sappiamo che il ministro Bondi si riferisce alla mozione di sfiducia che lo riguarda. Evitiamo di addentrarci nel merito della sfiducia (giusta, ingiusta, troppo, troppo poco…), ma la reazione di Bondi appare comunque una stecca. Se le opposizioni non hanno più il diritto di presentare una mozione di sfiducia nei confronti di un ministro di cui non condividono l’operato senza essere etichettate come “violente”, cosa dovrebbero fare per segnalare il proprio dissenso?

Forse a Bondi sarebbe stato più gradito un rimbrotto paterno, o al massimo un aiku di protesta. Ma in una stagione in cui suoi colleghi sono stati, loro sì, vittime di aggressioni, utilizzare a sproposito il termine “violenza” è grave e potenzialmente pericoloso.

Le parole sono importanti. Anche se viviamo nell’era dell’iperbole come unico mezzo di espressione della politica, almeno la decenza di non etichettare le consuete pratiche parlamentari come “atti di violenza” dovrebbe essere pretesa.

Tommaso Canetta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: